Triglie alla Calabrese

Triglie alla calabrese

Ingredienti per le Triglie alla Calabrese:

  • 800 gr di triglie
  • 1 limone
  • origano
  • sale
  • olio extravergine di oliva

Preparazione della ricetta Triglie alla Calabrese:

  1. Pulite le triglie, lavatele sotto l’acqua corrente e asciugatele con della carta assorbente.
  2. Disponete le triglie in un tegame, cospargendole con un filo di olio.
  3. Spremete un limone e filtrate il succo attraverso un colino.
  4. Irrorate le triglie con questo succo, e cospargetele di origano e sale.
  5. Intanto scaldate il forno a 180°.
  6. Condite le triglie ancora con dell’olio, infornate e lasciate fino a che non saranno abbastanza dorate.
  7. Sfornate e servite subito, sia come secondo piatto, che come antipasto caldo.

 

Insalata di polpo e peperoni alla calabrese

Insalata di polpo e peperoni calabrese

Ingredienti per l’Insalata di polpo e peperoni alla calabrese:

  • 1,5 kg di polpi piccoli
  • 6 peperoncini verdi
  • 3-4 cucchiai di olive “cunzate”
  • 1 cucchiaino di origano
  • 1 costa di sedano
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 1 limone
  • peperoncino piccante calabrese
  • olio
  • sale

Preparazione della ricetta Insalata di polpo e peperoni alla calabrese:

  1. In una ciotola emulsionare il succo del limone passato al colino con 4 cucchiai di olio, un pizzico di peperoncino piccante e un pizzico di sale e mettere da parte.
  2. Pulire per bene i polpi e lavarli con cura sotto l’acqua corrente.
  3. Lessare i polpi in acqua bollente per 10-20 minuti.
  4. Dopo di che, far sgocciolare i polpi e tagliarli a pezzettini.
  5. Mettere i polpi in una ciotola capiente e condirli con l’emulsione preparata con il limone. Aggiungere i peperoncini verdi tagliati a rondelle e l’origano e mescolare bene.
  6. Unire all’insalata di polpo il prezzemolo fresco tritato, pezzetti di sedano e le olive cunzate.

 

Cullurielli calabresi salati

Cullurielli Calabresi Salati

Ingredienti per i Cullurielli calabresi salati:

  • 500 gr di farina 00
  • 200 gr di patate lesse
  • 6 gr di lievito di birra
  • 7 gr di sale
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 230 ml di acqua circa
  • abbondante olio per friggere

Preparazione della ricetta Cullurielli calabresi salati:

  1. Lavare le patate e versarle in una pentola con acqua fredda.
  2. Portare a bollore e lasciar cuocere fino a quando non saranno ammorbidite.
  3. Non appena cotte, pelare le patate e schiacciarle. Lasciarle rafreddare nel recipiente senza mescolarle.
  4. Versare la farina a fontana su una spianatoia e aggiungere le patate  fredde, il lievito sciolto in poca acqua tiepida presa dal totale, e mescolare per bene gli ingredienti.
  5. Versare poco per volta l’acqua (perché potrebbe non essere necessaria tutta).
  6. Amalgamare bene l’impasto, fino a quando non è omogeneo.
  7. Riponete la palla d’impasto molto morbida e maneggevole in un recipiente capiente, coprite e lasciate riposare sotto coperta fin quando non sarà raddoppiato il volume.
  8. Formare una palla con l’impasto e lasciarlo lievitare per un’ora.
  9. Formare quindi delle palline e posarle su una spianatoia infarinata, non tenendole troppo vicine tra loro e lasciare lievitare nuovamente per un’oretta buona.
  10. Quando saranno cresciute versate abbondante olio in una padella e lasciate scaldare,
  11. Prendere le palline e con il dito fate un buco al centro.
  12. Versare le ciambelline nell’olio, facendo attenzione che non sia troppo bollente altrimenti bruceranno in fretta.
  13. Cuocere su entrambe i lati.
  14. Lasciare assorbire qualche istante i cullurielli salati su carta assorbente e poi servire subito, accompagnando con un pizzico di sale in superficie.

 

Marmellata di Peperoncino di Calabria

Marmellata di Peperoncini

Ingredienti per la Marmellata di Peperoncino di Calabria:

  • 200 gr di Peperoncino rosso piccante
  • 800 gr di peperoni rossi
  • 500 gr di zucchero
  • 1 pizzico di sale grosso
  • 50 ml di vino rosso

Preparazione della ricetta Marmellata di Peperoncino di Calabria:

  1. Innanzitutto bisogna sterilizzare i vasetti: lavarli con cura sotto l’acqua corrente. Foderate una pentola larga dai bordi alti con un canovaccio pulito e sistemate i vasetti all’interno della pentola . Passate poi attorno ai vasetti uno o più strofinacci per evitare possibili urti. Riempite la pentola di acqua fino a ricoprire i vasetti. Portate ad ebollizione, poi abbassate il fuoco e lasciate i vasetti nella pentola ancora 30 minuti. Dieci minuti prima di scolare i vasetti, immergete anche i coperchi da sterilizzare. Passato il tempo necessario, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Quando l’acqua sarà a temperatura ambiente, tirate fuori i vasetti dalla pentola e fateli scolare su un panno asciutto.
  2. Lavate e asciugate i peperoni, togliete loro il picciolo, tagliateli a metà nel senso della lunghezza ed eliminate i filamenti bianchi interni, i semi e tagliateli a pezzetti.
  3. Procedete nello stesso modo con i peperoncini: eliminate il picciolo, tagliateli a metà nel senso della lunghezza ed eliminate i semi, infine tagliate a pezzetti anche i peperoncini
  4. Ponete i peperoni e i peperoncini a pezzetti in una casseruola aggiungete lo zucchero, il sale e il vino e cuocete a fuoco molto basso.
  5. Coprite la pentola con un coperchio, avendo cura di lasciare uno sfiato per il vapore, e fate cuocere per circa un’ora.
  6. Spegnete il fuoco e passate il tutto al passaverdura.
  7. Quando avrete terminato di passare al setaccio il tutto, mettete il composto ottenuto sul fuoco basso e, mescolando spesso per eliminare la patina bianca che si può formare in superficie durante la cottura, fate cuocere per un’altra mezz’ora.
  8. Quando la marmellata di peperoncini sarà densa, spegnete e invasate subito con l’aiuto di un colino e di un mestolo nei contenitori sterilizzati, poi chiudete con i tappi e rovesciate i vasetti: lasciateli così fino a quando si saranno raffreddati.
  9. Mettete i vasetti ottenuti in una pentola, avvolgendoli con dei canovacci puliti, poi copriteli con dell’acqua fredda e fateli bollire per almeno 15 minuti dall’inizio del primo bollore.
  10. Spegnete il fuoco, lasciate raffreddare l’acqua e poi estraete i vasetti e asciugateli. Verificate il sottovuoto premendo con il dito sul tappo.
  11. Riponete i vasetti in un luogo fresco e al buio, dove la marmellata dovrà restare per almeno un mese prima di poter essere consumata.

 

Frittelle di Funghi alla Mammolese

Frittelle di funghi alla mammolese

Ingredienti per la ricetta Frittelle di Funghi alla Mammolese:

  • 500 gr di funghi porcini freschi delle montagne di Mammola
  • 120 gr di farina
  • 4 spicchi di aglio
  • acqua
  • olio d’oliva
  • peperoncino piccante di Calabria
  • prezzemolo
  • sale

Preparazione della ricetta Frittelle di Funghi alla Mammolese:

  1. Pulire i funghi porcini e tagliarli a fette o a pezzetti, possibilmente della stessa dimensione e risciacquarli con acqua calda.
  2. Preparare in una ciotola il composto di farina e acqua e mescolare al fine di realizzare una pastella piuttosto morbida.
  3. Aggiungere l’aglio e il prezzemolo tritati, il peperoncino a pezzetti, i funghi, il sale e mescolare bene l’impasto.
  4. Versare a cucchiaiate la pastella in una padella con abbondante olio caldo, facendo friggere le frittelle su entrambi i lati fino alla doratura.
  5. Mettere su della carta assorbente da cucina in un vassoio e servire calde.

 

Pomodori secchi con acciughe

Pomodori secchi e acciughe

Ingredienti per i Pomodori Secchi con Acciughe:

  • 16 pomodorini essiccati
  • 10 Acciughe
  • 2 spicchi Aglio
  • qualche foglia Basilico
  • 1 ciuffo Prezzemolo
  • 1 Peperoncino piccante
  • 2-3 cucchiai Olio extravergine di oliva
  • 1 manciata Capperi

Preparazione della ricetta Pomodori Secchi con Acciughe:

  1. Per preparare i pomodori secchi con acciughe, ammorbidite i pomodori secchi nell’acqua tiepida per 10 minuti cir­ca, sgocciolateli e asciugateli accuratamente con un po’ di carta assorbente.
  2. Tritate finemente il basilico e il prezzemolo, insieme all’aglio sbucciato e al peperoncino.
  3. Dissalate le acciughe, sfilettatele e mettetele nel mixer insieme al trito di basilico, prezzemolo, aglio e peperoncino e frullateli con l’olio fino a ottenere una pasta fluida e omogenea.
  4. Spalmate un velo del composto preparato sui pomodori secchi, aggiungetevi su di ognuno qualche cappero e servite.
  5. Potete anche creare dei bocconcini, arrotolando i pomodorini secchi con acciughe su se stessi, e fermandoli con uno stuzzicadenti.

 

Cipolle di Tropea sott’olio

Cipolle di tropea sott'olio

Ingredienti per le Cipolle di Tropea sott’olio:

  • 2 kg di cipolle di Tropea
  • 1 litro di aceto
  • 300 gr di acqua
  • sale q.b.
  • peperoncino q.b.
  • olio di oliva q.b.

Preparazione della ricetta Cipolle di Tropea sott’olio:

  1. Mettere a bollire l’aceto e l’acqua.
  2. Appena il tutto bolle, mettere le cipolle di Tropea e il sale (regolarsi in base alla quantità di cipolle).
  3. Dopo dieci minuti scolare le cipolle e metterle a raffreddare su di un canovaccio, invasarle, coprirle di olio ed aspettare 12 ore prima di chiuderle (nel caso in cui sia necessario aggiungere altro olio).
  4. Conservare le cipolle in un luogo buio ed aspettare 40 giorni prima di consumarle.

Crema di peperoncini piccanti

Crema di peperoncini piccanti

Ingredienti per la Crema di Peperoncini Piccanti:

  • 300 gr di peperoncini rossi piccanti
  • 4 spicchi di aglio
  • ½ bicchiere di olio d’oliva
  • sale fino q.b.

Preparazione della ricetta Crema di Peperoncini Piccanti:

  1. Lavare i peperoncini, togliere il picciolo e metterli a frullare insieme all’aglio e al sale fino ad ottenere un bel composto denso.
  2. Versare il composto in un colino d’ acciaio e lasciarlo riposare tutta la notte in modo da espellere tutta l’acqua in eccesso.
  3. Passata la nottata, mettere il composto in una terrina ed emulsionarlo con l’olio fino ad ottenere una crema omogenea di un bel colore rosso fuoco.
  4. Mettere la crema di peperoncini piccanti in vasetti piccoli e chiuderli, quindi far sterilizzare il tutto per almeno mezzora.

 

Per ottenere una crema meno piccante: togliere una parte della pellicola che ricopre i peperoncini, è quella che contiene il piccante e non i semi, come si pensa di solito.