Sagra dei Piselli e delle Fave – Montegiordano

Sagra piselli e fave Montegiordano

A Montegiodano, in provincia di Cosenza, ogni anno da 5 anni a questa parte, si svolge la Sagra dei Piselli e delle Fave.

L’edizione 2014 è già pronta: sabato 29 e domenica 30 marzo, questo paese dell’Alto Jonio Calabrese è pronto ad accogliere tutti coloro che hanno voglia di gustare questi due prodotti tipici, unendo l’aspetto gastronomico, quello culturale, quello sociale e ricreativo.

L’evento, che gode di una buona risonanza mediatica e soprattutto di ampia partecipazione,  si propone come una mostra-mercato gastronomica di prodotti, dove confluiscono tutti i produttori locali di piselli e fave che espongono e vendono nei loro stand le primizie di stagione.

L’obiettivo della manifestazione è quello di promuovere l’utilizzo dei prodotti tipici dell’agricoltura di Montegiordano e dell’Alto Jonio, valorizzandone la qualità attraverso la degustazione di piatti preparati secondo la tradizione locale e piatti preparati in base alla fantasia di alcuni chef.

Questi prodotti rappresentano un presidio Slow Food, dove i requisiti fondamentali per ottenere questo riconoscimento sono:

–       Qualità del prodotto,
–       Dimostrare che in passato era fonte di guadagno per la nostra comunità,
–       Importanza sociale per la comunità.

Il tutto è organizzato anche con l’obiettivo di incentivare gli agricoltori in loco a percorrere una strada comune: quella del raggiungimento di un Marchio di qualità per piselli e fave locali.

La manifestazione si svolgerà nel comune di Montegiordano ed è organizzata dall’associazione “Onde  Joniche”. Parteciperanno aziende e produttori di Montegiordano e dell’area di Rocca imperiale, Roseto Capo Spulico, Canna, Nocara, Nova Siri, Rotondella Amendolara Oriolo, Castroreggio, Trebisacce, ecc.

Sarà un’occasione anche per la grande sagra paesana, legata al folklore, alla tradizione, all’intrattenimento e laboratori didattici per adulti e bambini, spettacoli, musica itinerante, mostre di antiquariato e di artigianato.

Fin dall’antichità i piselli hanno sempre rappresentato una fonte di nutrimento per tutte le popolazioni ed insieme ai fagioli sono stati gli alimenti più consumati. I piselli già crescevano spontaneamente 9750 anni prima dell’era cristiana. I piselli coltivati, invece, arrivano dalla Cina, ma venivano coltivati anche dai greci e dai romani che li hanno introdotti anche in Europa.
In Inghilterra, durante il Medioevo, venivano usati come salario per i poveri e in Francia erano alla base dell’alimentazione.
I piselli rappresentano gli esponenti di maggior spicco della grande ed importante famiglia dei legumi.
A Montegiordano, in una storia non remota, i piselli e le fave (dal dopo guerra fino a metà degli anni novanta) erano di grande importanza socio-economiche: i nostri piselli e fave arrivavano su tutte le tavole italiane.
Appaiono sul mercato in primavera e hanno sapore dolce e delicato perché, tra tutti i legumi, sono quelli più ricchi di zuccheri e vitamina C, soprattutto se vengono consumati crudi in stagione.
Appena tolti dal baccello permettono di sentire il sapore dolcissimo e quel caratteristico profumo intenso della nostra terra.

Oggi la sagra rappresenta un’attrazione per parecchie persone, che ogni anno raggiungono Montegiordano in questi giorni di marzo per venire a gustare un pezzo di Calabria: perché oltre ai piselli e alle fave, basta percorrere qualche chilometro per trovare altri prodotti tipici di questa terra, come il limone di Rocca Imperiale, l’olio d’oliva DOP di Cosenza, i vini della Cosenza DOC e gli ottimi salumi di Nocara.

 

Per informazioni:
Sito: www.sagradeipiselli.it
Mail: sagrapisellifave@libero.it
Tel.: 393 0938957