Roccella Jonica

Roccella Jonica è un comune della provincia di Reggio Calabria che, dal territorio collinare dell’entroterra, scende ad affacciarsi sulla Riviera dei Gelsomini.

Le origini di Roccella risalgono all’epoca della Magna Grecia. Il paese sorge sull’antica città di Amphisya. Nel X secolo la città cambiò nome in “Rupella” ed in seguito in “Arocella” piochè era stata fondata sulla rocca.
Il primo documento che testimonia l’esistenza di Roccella Jonica, risale al 1270, quando Carlo I d’Angiò donò a Gualtieri de Collepietro il Castello di Roccella di San Vittore.

Per lungo tempo fu l’unico centro della costa jonica prossimo al mare e di conseguenza Roccella subì numerosi attacchi da parte dei Saraceni.

Tra il XIV e il XV secolo, la cittadina divenne capitale del principato dei Ruffo di Catanzaro e fino ai primi anni del 1800, nella cittadina vi fu un lungo susseguirsi di feudatari e famiglie nobiliari.
Nel 1811 Roccella divenne capoluogo del Circondario comprendente i comuni di Gioiosa Jonica e Castelvetere.

Percorrendo le strade del centro storico di Roccella, il “profumo di storia” si avverte.
Il primo particolare che si nota giungendo in paese, è il Castello, che sovrasta tutto da un promontorio roccioso situato a più di 100 metri di altezza. Fu fondato in periodo normanno per opporre resistenza alle incursioni corsare.
Percorrendo poi le strade del comune, si trovano numerosi palazzi signorili di interesse storico.

Palazzo Englen, oggi conosciuto come palazzo Tassone, fu costruito verso la fine del XVIII secolo, ed è uno degli edifici più imponenti di Roccella. Il palazzo appartenne alla nobile casata degli Englen, originari della provincia di Catanzaro e trasferiti a Roccella verso la fine del ‘600.

Il palazzo Placido risale al XVIII secolo e si eleva su tre livelli. Interessante il pozzo arricchito con motivi ornamentali tardo-barocchi.

La Villa Alicastro già esistente alla metà del ‘700, risultava abitata dalla famiglia dei baroni Manfrè. Ubicata su un dirupo, si dispone su tre livelli.

La Villa Carafa, oggi nota come Villa Lorenzoni, nasce come aggregazione dell’attigua chiesetta del Priorato Gerosolimitano nel XVII secolo. L’edificio si presenta su due piani ed è circondato da un giardino a terrazze.

Il palazzo Congiusta rispecchia lo stile architettonico della villa-masseria. È stato costruito per volere del medico Domenico Congiusta, come rilevato attraverso la data scolpita sulla chiave di volta del portale litico d’ingresso. La casa è circondata da diverse costruzioni minori, che costituivano gli alloggi dei contadini. È anche presente un frantoio con meccanismo animale e pietre da macina e nelle vicinanze si notano un pozzo per l’irrigazione e una sorgente per l’acqua potabile.

Di notevole interesse sono le diverse chiese di Roccella, tra cui la chiesa di San Nicola ex Aleph e la nuova chiesa Matrice.

Le tradizioni popolari contadine e marinare sono annualmente valorizzate da due feste ad esse dedicate, in cui si rivive l’atmosfera dell’antica Roccella.

Ogni anno, la prima domenica di luglio, si celebra la festa in onore di Maria S.S. delle Grazie, patrona dei marinai del paese.
La festa ha origine nel 1545 da un miracolo attribuito a un marinaio palermitano, che per grazia ricevuta fece costruire un santuario a lei dedicato.

San Vittorio Martire, protettore di Roccella Jonica, nacque a Marsiglia intorno al 300 d.C. Fu decapitato per essersi dichiarato cristiano. Tra la storia e la leggenda, questo santo venne invocato nel nostro paese nelle incursioni dei saraceni. Nel 600 alcuni mercanti marsigliesi vennero salvati da un naufragio da alcuni roccellesi e il saraceno “Draguth”, capo di una spedizione piratesca, sulle spiagge di Roccella vide un cavaliere con la spalla sguainata avventarsi contro. Da allora il santo divenne patrono della cittadina e si festegga la seconda domenica di agosto.

Dal 1980, ogni estate, Roccella Jonica ospita un importante festival di musica Jazz, il “Roccella Jazz festival – Rumori Mediterranei”, a cui hanno preso parte moltissimi artisti di fama mondiale.

Per info:
Info Point del Comune di Roccella:  tel. 0964 863322