Parco Archeologico di Scolacium

Il Parco Archeologico di Scolacium si trova in località Roccelletta di Borgia, località completamente integrata con i quartieri marinari del comune di Catanzaro.

L’area del parco archeologico, oltre ad essere interessata dalla presenza dei resti della Basilica Normanna, ha portato in evidenza i resti considerevoli della antica colonia romana di Scolacium, costruita nel 120 a.C. sopra i ruderi della colonia greca di Skylletion.

Dell’abitato preromano tuttavia rimane poco. Fin dall’inizio degli scavi nel parco archeologico, nel 1965 non sono emerse strutture murarie della città greca, ma l’affioramento su tutta l’area del Parco Archeologico di abbondante materiale ceramico e monetale del VI secolo a.C. farebbe pensare alla sovrapposizione topografica delle due città.

I resti visibili nel sito dimostrano l’impianto della colonia romana di Minerva Scolacium con i monumenti più importanti.

Tra essi si evidenziano i resti delle strade lastricate, degli acquedotti, dei mausolei, di altri impianti sepolcrali, della basilica e di un impianto termale.

Il resti del teatro del parco archeologico di Scolacium, poggiano sul pendio naturale della collina e poteva ospitare circa 5000 spettatori.

Fu costruito durante il I secolo e fu dotato di una nuova scena in occasione della fondazione della colonia da parte di Nerva, in concomitanza con il notevole sviluppo monumentale della città e con l’ampliamento dell’intero abitato; inoltre fu oggetto di numerosi rifacimenti successivi fino al IV secolo.

Dal teatro proviene la maggior parte del materiale recuperato durante gli scavi, tra cui spiccano i pregevoli frammenti architettonici e gruppi scultorei. Poco distante dal teatro si trovano i resti dell’anfiteatro, la cui costruzione risale all’epoca dell’imperatore Nerva.

Nel Parco Archeologico di Scolacium, ogni anno la provincia di Catanzaro organizza la Manifestazione Culturale Intersezioni esponendo opere di artisti internazionali.

Ogni anno dal 2005, durante il periodo estivo, si svolge la grande rassegna di scultura “Intersezioni”, curata dal direttore artistico del museo MARCA di Catanzaro Alberto Fiz.

Nell’antica colonia di Minervia Scolacium, tra la Basilica Normanna, il Foro, il Teatro Romano, tutti circondati da un uliveto tra i più estesi del Mezzogiorno, le sculture entrano in diretta relazione con la storia dando vita ad una mostra che assume caratteristiche di esclusiva, difficilmente paragonabili ad altre esperienze espositive.

La ricerca plastica contemporanea compie un’azione rigeneratrice destinata a creare una trasformazione profonda nella percezione dello spazio e del tempo motivando un inedito processo formativo.

Dal 2005 al 2010 hanno partecipato alla Manifestazione “Intersezioni” Stephan Balkenhol, Tony Cragg, Wim Delvoye, Jan Fabre, Antony Gormley, Dennis Oppenheim, Mimmo Paladino, Michelangelo Pistoletto e Marc Quinn.

Nel 2010 Pistoletto ha creato “Il DNA del Terzo Paradiso” proponendo la trascrizione genetica dell’arte.

Info:
Parco Archeologico di Scolacium, via Scylletion – Roccelletta di Borgia
Tel/fax 0961/391356. – Orario di visita: h. 9,00 – tramonto, ingresso libero.