Nicotera – Vibo Valentia

Nicotera è un comune calabrese, situato in provincia di Vibo Valentia.

Con l’attuale nome, che significa “segno della vittoria”, era già nota le IV secolo.
In quel periodo erano frequenti le incursioni dei saraceni che spinsero gli abitanti delle zone costiere a ritirarsi sul promontorio dove oggi sorge la cittadina.

Nel 1065, Roberto il Guiscardo era alla ricerca di un approdo marittimo per i collegamenti con la Sicilia dove si stava combattendo per allontanare dall’isola gli arabi.
Questi giunse a Nicotera, la potenziò e la fortificò, facendo risorgere la cittadina attorno al castello che fece costruire.

Dopo numerose distruzioni e ricostruzioni, Nicotera fu conquistata da Federico II, grazie al quale raggiunse il suo massimo splendore.
Federico II istituì un importante cantiere per la costruzione della flotta imperiale e fece giungere a Nicotera gli Ebrei, abili economisti, in modo che venisse incrementata l’attività economica e finanziaria. Fece anche costruire un apposito quartiere ove farli alloggiare, chiamato “Giudecca”.

Oltre alle distruzioni causate dalle diverse incursioni, Nicotera fu danneggiata anche dai terremoti che colpirono la Calabria nel corso degli anni.

Oggi Nicotera viene descritta come una cittadina che dal promontorio “in mezzo ai cactus” domina uno splendido paesaggio che comprende Nicotera Marina, sorta nella metà dell’Ottocento e sovrastata dal Castello di Nicotera, Monte Sant’Elia di Palmi, lo stretto di Messina, le Isole Eolie e l’Aspromonte.
Nicotera rappresenta un vero e proprio terrazzo sul mare dal quale ammirare queste bellezze.

Il centro di Nicotera è diviso in diversi quartieri sin dai secoli scorsi: Santa Chiara, Baglio e Porta Grande, dove vivevano i borghesi, la zona pianeggiante riservata ai cittadini più in vista e il quartiere di San Nicola che ospitava i commercianti.

Giungendo a Nicotera è possibile osservare sulla sinistra il Castello e sulla destra la Cattedrale.

Il Castello Ruffo di Nicotera è una residenza gentilizia sita nel centro storico della cittadina. Nel corso dei secoli, il Castello è stato continuamente distrutto da terremoti e assalti e ricostruito. La struttura risulta ad oggi ancora incompleta: si nota la mancanza di una torre.
Oggi i Castello è adibito a centro museale. Al suo interno, al piano terra si trova il “Civico Museo Archeologico” dove sono esposti reperti della prima età del ferro rinvenuti nell’area, mentre al primo piano ha sede il “Centro per lo studio e la conservazione della civiltà contadina del Poro”.

Dopo l’antica porta di accesso alla città, si trova il Duomo di Nicotera, inizialmente intitolato alla Madonna di Romania e poi dedicato a Santa Maria Assunta.

In Piazza Duomo ha sede il Museo Diocesano d’Arte Sacra, che raccoglie i paramenti sacri dal XVII secolo.

La Cattedrale di Nicotera risale all’epoca barocca e al suo interno raccoglie numerose opere d’arte. Dal piazzale posto davanti la Cattedrale si gode di una splendida vista sul Golfo e sula pianura di Rosarno.

Uno degli eventi di maggiore rilievo a Nicotera, precisamente a Nicotera Marina, è la processione a mare della Statua dell’Immacolata Concezione che si svolge ogni anno in occasione della festa dell’8 dicembre.
La processione è davvero suggestiva: i pescatori del luogo portano la statua in spalla e si immergono in mare compiendo il tragitto che la statua fece quando fu recuperata dalle acque qualche secolo fa.

Per informazioni:
Comune di Nicotera
Tel. 0963 81420
Mail: comunedinicotera1@virgilio.it

Museo Diocesano d’Arte Sacra
Apertura al pubblico:
– Da giugno a settembre: 9-12 e 16-19 dal lunedì al sabato, la domenica a richiesta;
– Da ottobre a maggio: 9-12.30 e 15.30-18 da lunedì a sabato, la domenica a richiesta.
Tel. 0963 81308

Dove si trova e come arrivare

Indicazioni stradali

La tua posizione: