Miele di Amaroni “Cibo degli Dei”

Il miele di Amaroni, una tradizione antica, tramandata di padre in figlio, quella che, attualmente, coinvolge le aziende, in gran parte a conduzione familiare, ad Amaroni, e che regala mieli, dai colori caldi e ambrati conosciuti e apprezzati anche e soprattutto, forse, al di fuori dei confini della Calabria.

Sono tante le varietà anche se, al centro di tutto, c’è il lavoro delle api, operose e straordinarie sentinelle ambientali, che trovano qui il loro habitat naturale a 400m sul livello del mare, in questo piccolo centro del catanzarese che si è fregiato del blasone di “Città del Miele”.

Ha radici antichissime la produzione del miele in Calabria (ne abbiamo già parlato in questa pagina): se ne fa cenno dai tempi dei greci quando era considerato il “cibo degli dei”.

Lo raccomandava Pitagora come elisir di lunga vita e Omero ne descriveva la raccolta.

In questa area della Calabria, condivisa con San Ferdinando nel reggino, avvantaggiato da pregiati agrumeti, il titolo di Città del Miele, per salubrità dell’aria e ricchezza di varietà vegetali, viene considerata il luogo ideale per produrre il miele.

Utilizzato principalmente in pasticceria, il prodotto del lavoro delle api, è protagonista di una vera e propria rivalutazione gastronomica grazie all’interesse di famosi chef.

Ma il miele viene comunque molto usato anche per gli effetti terapeutici e curativi in molti malanni. Tante le varietà: al profumo di zagara il miele di agrumi, così chiamato perché prodotto dalle infiorescenze di diverse piante. Quello di castagno, tipico delle aree collinari e montane della Sila, si caratterizza invece per la colorazione scura, il sapore deciso e aromatico, decisamente preferito da chi non ama i sapori troppo dolci.

E ancora: c’è il miele d’eucalipto, arcinoto per le sue proprietà terapeutiche in particolare come giovamento per le malattie legate a raffreddori o il millefiori che viene prodotto dal nettare di piante variabili, spontanee, coltivate e ornamentali.

Il miele di Amaroni è ormai un tratto distintivo della comunità, capace di adattarci ed essere utile in mille utilizzi. A sostenere il lavoro di quanti si dedicano a questa attività c’è anche un’associazione che si occupa della salvaguardia e della valorizzazione delle tradizioni locali e che è sfociata, nel 2012, nella finale nazionale del concorso “Il miele in cucina”.

Dai sapori inebrianti e dalle colorazioni che rievocano il sole caldo di un cielo limpido, il miele di Amaroni, regala emozioni uniche e sensazioni autentiche.

I mieli di sono cinque: di millefiori, d’eucalipto, di zagare, di sulla e di castagno.

Miele di Amaroni Millefiori

I mille fiori di Amaroni donano al miele sfumature dall’ambra al colore del rame.  L’aroma e il sapore ricordano intensamente il profumo dei fiori e dei frutti della Calabria.

È uno dei mieli di Amaroni  più aromatici ed è perfetto a tavola e in qualità dolcificante naturale, in alternativa a dolcificanti artificiali o dello zucchero. Eccellente nella preparazione dei dolci. Sulla ricotta. Con il pollo in agrodolce.

Miele di Amaroni Eucalipto

Il miele di Amaroni eucalipto, ha i profumi dell’estate e la ricorda col suo aroma intenso e inconfondibile. Il suo sapore pungente e corposo lo rende ottimo in tavola.

Ha un colore cangiante, che va dall’ambrato ambrato chiaro a beige grigiastro. Particolarmente adatto  per la preparazione di salse in agrodolce e a base di burro. Il miele di amaroni eucalipto, è ottimo per accompagnare piatti a base di pesce affumicato da trancio (salmone, pesce spada e baccalà).

Miele di Amaroni di Sulla

Questo miele dal colore molto chiaro, quasi bianco e dal profumo tenue, offre un sapore delicato ed amabile. Contiene fruttosio di alta qualità e grandi quantità di oligoelementi. E’ il miele migliore per chi pratica lo sport. Gli vengono attribuite proprietà depurative, lassative e diuretiche.

E’ ottimo abbinato ai formaggi e nella preparazione di involtini di pesce spada farciti ed è indicato come dolcificante.

Miele di Amaroni di Zagara

La zagara è il fiore dell’arancio e del limone, la cui fioritura accende di colori gli agrumeti da cui proviene il miele amaronese. Tra aprile e maggio questi fiori rendono l’aria ricca di profumi. Il miele di Zagare di Amaroni conserva inalterate tutte le emozioni della primavera calabrese. Nella colorazione ritroviamo tutto il bagliore di un cielo limpido e carico di sole. E nel sapore l’intensità aromatica  dei fiori e dei frutti.

E’ uno dei mieli da tavola più apprezzati su carni bianche arrosto, crostacei gratinati e formaggi di lunga stagionatura.

Miele di Amaroni Castagno

Il miele di castagno amaronese è ricco di fruttosio e di polline, regala  sensazioni uniche. intenso e penetrante,  ricorda il profumo del legno di castagno, pungente e amaro.

Ha un sapore caratteristico, di sottobosco, con un fondo amaro. Anche il suo colore è intenso e varia dall’ambra scura, a quasi nero. Ottimo sulla carne di maiale, sul carpaccio di manzo, su ricotta o formaggi poco saporiti.

Per maggiori info: www.amaronimieli.it