La Costa degli Aranci

Costa degli Aranci - Caminia - Grotte di San Gregorio

In provincia di Catanzaro, tra la foce del fiume Tacina a nord e la foce dello Stilaro a sud, al confine con la provincia di Reggio Calabria, si trova la Costa degli Aranci, un litorale di oltre 50 km che comprende ambienti incontaminati ed un patrimonio storico e culturale degno di nota.

Storia, arte e cultura pervadono le incantevoli cittadine che costituiscono questa costa, dove la ricca vegetazione ed i percorsi ambientali mantengono ben stretto il contatto tra la natura ed il visitatore, e per gli amanti delle tradizioni e del buon cibo non potrà passare inosservato il carattere forte e deciso della locale enogastronomia.

Dal punto di vista geografico l’ampio golfo si presenta come una forte rientranza verso l’istmo di Marcellinara, schiacciato a nord dagli ultimi contrafforti meridionali della Sila Piccola e dalle colline del Marchesato di Crotone, mentre a sud è chiuso dal versante orientale della Catena delle Serre.
Mentre gli estremi di questo vasto tratto costiero sono caratterizzati da basse spiagge miste di sabbia e ciottoli, soprattutto in corrispondenza delle foci dei due fiumi, la parte centrale della Costa degli Aranci è interessata dalla presenza di promontori rocciosi di granito bianco che digradano dolcemente verso il mare.

La bellezza naturale e paesaggistica della Costa degli Aranci, fa da cornice ideale al patrimonio archeologico dell’intero Golfo di Squillace, che offre rinomate località balneari come Soverato, Caminia e Copanello, ma possiede anche testimonianza artistiche e monumentali dell’antico passato, come il borgo medievale della stessa Squillace, arroccato a 344 metri di altitudine a dominio del golfo, oppure il Parco Arceologico di Scolacium, dove si possono ammirare i resti dell’antica colonia romana e della monumentale Basilica di Santa Maria della Roccella, edificata nell’XI° secolo dai normanni e ritenuta una delle maggiori chiese templari in Italia.

Tra le località principali della Costa degli Aranci vi sono: Sellia Marina, Roccelletta, Squillace, Copanello, Pietragrande, Montepaone Lido, Botricello, Stalettì, Soverato, Davoli Marina, Isca sullo Ionio, Badolato, Guardavalle e Monasterace.

Tra esse Soverato è una delle località più conosciute e frequentate dello Jonio per l’eccezionale bellezza della sua spiaggia, per le sue attrezzate strutture ricettive, alberghi e campeggi, per le sue strutture di divertimento e anche per le sue strutture sportive. È nota come “la Perla dello Jonio” per i paesaggi mozzafiato che si godono dalla parte alta della cittadina e per il mare color turchese. La sua spiaggia, che si trova nella parte più meridionale del golfo di Squillace, è lunga qualche centinaio di metri e orlata da un bellissimo lungomare per buona parte pedonale, inoltre è ben attrezzata ed offre molteplici servizi. Nella parte più a sud della spiaggia si trova anche un bellissimo palmeto della Forestale.

Poi vi è Copanello, dove si susseguono una dopo l’altra spiagge lunghe e sabbiose quali Pietragrande, Torazzo e punta Stalettì. Questo posto è rinomato come una delle località più eleganti della costa calabra: un lido ampio e ventilato di sabbia fine, a tratti bianca oppure dorata. In età altomedioevale le numerose grotte che si aprono sui dirupi erano abitate da monaci eremiti, tanto che questo promontorio costituiva una sorta di “monte santo” della Calabria dove sorgeva il Monasterium Vivariense, fondato da Cassiodoro nel VII secolo e divento un importante centro di studi e cultura.

Stalettì, stupenda baia adagiata su un lembo di costa conosciuta ovunque per la sua particolare bellezza naturale incontaminata, meta esclusiva per tantissimi vacanzieri in cerca di paesaggi mozzafiato e di spiagge dall’acqua cristallina. È uno dei luoghi più suggestivi della costa, con una lunga spiaggia color avorio incastonata nella splendida scogliera di granito grigio. Ebbe origine nel medioevo da popolazioni che abbandonarono i centri costieri sottoposti a continue incursioni saracene. L’abitato sorge su un pianoro punteggiato di ulivi e fichidindia, alle spalle dell’omonimo promontorio proteso nel Golfo di Squillace.

Incastonata tra scoscese scogliere che emergono dai brillanti fondali marini di bellezza rara, si trova Caminia. Famosa per il suo mare cristallino, la sua spiaggia sabbiosa e setosa, le scogliere e numerosi antri nella roccia, conserva importanti testimonianze archeologiche come i resti della chiesetta di Panaja e la grotta in cui, secondo la tradizione, sarebbero arrivate le reliquie di San Gregorio Taumaturgo. La spiaggia di Pietragrande, chiamata cosi per il grande scoglio situato di fronte ad essa è composta prevalentemente da grossi ciottoli.

Tra le varie località della Costa degli Aranci, degna di nota è Botricello, località balneare dalla lunga ed accogliente spiaggia, luogo ideale per le vacanze di famiglie con bambini e grazie alla buona ventilazione, luogo ideale per chi ama praticare il windsurf ed il kitesurf, sporta che richiamano tantissimi appassionati anche dal nord Europa. La spiaggia dalle sabbie dorate si estende su di un fronte di quasi 7 chilometri, delimitato dalla foce di due fiumare che la separano dagli arenili di Steccato di Cutro ad est di Cropani Marina ad ovest. La parte più occidentale della spiaggia è bordeggiata da una serie di piccole pinete.

Badolato Marina è una graziosa frazione in fase di rapido sviluppo grazie al turismo balneare e al porticciolo da diporto. La spiaggia è caratterizzata da una baia compresa tra il porto turistico e un piccolo promontorio naturale ricoperto di oleandri. La sabbia è bianca e sottile, sulla battigia si trova della ghiaia sparsa portata dalle mareggiate. Adagiata su una collina, a 240 metri dal livello del mare, sorge il centro di Badolato. Il suggestivo borgo medievale è caratterizzato da un impianto bizantino con numerose chiese disposte a forma di croce latina e da vicoli caratteristici. Situato in una posizione strategica, offre al turista la possibilità di spostarsi in pochi minuti dal mare alla montagna.

Infine si giunge a Catanzaro Marina, il quartiere costiero della città di Catanzaro, situato a sud del centro cittadino che si estende per circa 6 chilometri lungo la costa jonica. Località turistica e balneare è dotata di numerosi negozi, ristoranti, strutture sportive, ottimi alberghi ed enti turistici.

Sicuramente vale la pena visitare queste località e le bellezze di tutta la Cosat degli Aranci.

Per info:
Comune di Soverato, ufficio Turistico:
Tel. 0967 538217,
http://www.soveratoturismo.it/